Parkwave – Better Than This: intervista e video in esclusiva

ParkwaveFoto/ crediti: Michele Catanzariti

‘Better Than This’ è l’album di debutto della band cosentina Parkwave. Il disco verrà alla luce il prossimo 25 febbraio per Bizarre Love Triangles (Casa del Mirto, Populous, Go Dugong), management guidato dal dj e produttore Fabio Nirta (Partyzan, Hello Again) e l’etichetta statunitense Friends Records (Future Island, Natural Velvet). Continua a leggere →

♫ – Demonology

Demontology (Max Casacci & Ninjia)Demonology, è il nuovo progetto di Max Casacci & Ninja dei Subsonica, nato come “dj set di tracce originali e selezioni che spezzano le catene dei generi fino ad evocare, liberandola, l’oscura entità del groove”. Per la nostra redazione, è qualcosa che non ci aspettavamo, che ci è piombato addosso mentre ci godevamo l’estate: “le due anime irrequiete, sotterranee e pulsanti dei Subsonica dietro la consolle a deflagrare groove, spazzando via ogni confine tra generi musicali. In un dj set di purificazione”.

Ed anche noi, dopo aver scambiato quattro chiacchiere con loro, ci siamo purificati l’anima. Continua a leggere →

Latte & Sangue, conversazione ad ampio raggio sul rap e dintorni con Don Diegoh e Ice One

Don Diegoh e Ice One2bePOP è anche un po’ casa di Diego Lechiara a.k.a. Don Diegoh. L’idea di quell’h in fondo al nome è anche figlia di chi vi sta raccontando l’incontro  settembrino con il rapper crotonese e Seby Ice One. Latte & Sangue è in uscita, è già stata pubblicata la tracklist e la copertina realizzata dal nostro Roberto Gentili. Il disco è dedicato anche a Stefano Cuzzocrea, che mi presentò Diego circa dieci anni addietro chiedendomi di consigliarlo legalmente per un problema di omonimia con un dj techno. È così che venne concepita quell’h distintiva, è così che nacque una lunga amicizia sulle solide fondamenta di una casa chiamata 2bePOP.

Fa caldo come se fosse ancora agosto e l’entusiasmo di Diegoh di parlare del suo nuovo lavoro è incontenibile. Continua a leggere →

Luca Benedet – NYC

Luca benedet Reportage NYCDal mio diario: 08/06/2014

“passa tutto, tutto brucia. Rimango con un bel pò di rullini da sviluppare. Domande alle quali rispondere ed eventuali risposte da argomentare. Perché si, mi è piaciuta New York, ma mica ho capito bene dove sono stato in questi 15 giorni. Ho fatto il giro del mondo e sono tornato indietro.”

Questo lo scrivevo un anno fa all’aereoporto JFK. Ora sono a casa, con un disco dei Doors che mi è stato suggerito, una cinquina di Valpollicella e Pastis in corpo e altri rullini da sviluppare. Perché, dopotutto, a New York ci sei già stato anche tu. Continua a leggere →

Born to run – Tutte le strade di Bruce Springsteen

Bruce SpringsteenÈ il 25 agosto 1975, Bruce Springsteen ha quasi 26 anni. Born to run, il suo terzo album, celebra la vita on the road, attraverso la voce e le speranze di due ragazzi in fuga, verso un altrove che li condurrà a vivere una vita migliore. Continua a leggere →

Dove la musica trionfa sul male, un diario personale di Ypsigrock 2015

ypsigrock2015Muovere verso la Sicilia nella prima metà di agosto, attraversare distese di asfalto fumante, guadare il mare e poi sulla Messina-Palermo attaccare la freccia e affondare l’entroterra, risalire lungo il grembo delle montagne, tutto questo ha assunto per il sottoscritto, negli ultimi quattro anni, sempre più la forma di una consuetudine. Mio padre, lo si capisce dalla faccia che fa ogni volta che viene a sapere dei miei spostamenti, la intuisce un po’ come una piccola vittoria personale. Ho imparato ad amare la Sicilia e la musica probabilmente nello stesso istante, a sei anni qualcuno dallo stereo della nostra vecchia Fiat Punto verde metallizzato, diretta in vacanza a Roccalumera, canta la magia di trovarsi a passare l’estate su una spiaggia solitaria, mentre dal finestrino scorrono i chilometri della litoranea est insulare. Costruisco la mia personale epifania su quel pezzo e sulle immagini e gli odori di paesi e porti di mare detentori di una mistica unica e affascinante. L’aria delle cose, ogni volta che scorgo da lontano il monumento alla Madonna della Lettera, ancora oggi diventa irreale. Continua a leggere →

Sono stato al 2bePOP Fest

BB_BlueBeaters_at_2bePOP FEstCi sono feste alle quali si partecipa, talvolta con poco interesse o per caso. Poi ci sono Feste che si costruiscono. Mattone su mattone, cavo per cavo, momento per momento. Prendi un gruppo di amici, amici di una vita e da una vita, e mettili a organizzarsi e organizzare. Per giorni, settimane, mesi. Per una one night che poi diventano due, perché non si sa mai quello che può succedere.

Continua a leggere →

The Wolf of Pietrafitta

the wolf of pietrafitta (rob gentili)

di Dario Greco, visual di Roberto Gentili

“Ogni superiore umorismo incomincia col non prendere sul serio la propria persona.”

(Herman Hesse)

Continua a leggere →

FRAC prima del festival, l’intervista agli organizzatori

FRAC FestivalSe siete in Calabria il place to be nella prossima settimana è solo uno: un triangolo che nell’alto tirreno lambisce da una parte il mare e dall’altro la montagna. Vertici bassi Praia a Mare e San Nicola Arcella, meravigliose spiagge d’approdo; in alto Aieta, cuore e centro nevralgico della prima edizione del FRAC Festival, nome che, slegato dall’acronimo, esprime in pieno la sua natura: Festival di Ricerca per le Arti Contemporanee. Live act internazionali e performance d’autore, legati lungo un unico filo da un’idea coraggiosa, partorita da due temerari scappati e poi ritornati, come nella più classica delle odissee.
Li abbiamo intervistati per farci raccontare chi sono, dove nascono le idee e le ambizioni del festival, i loro sogni e le loro speranze alla vigilia dell’evento. Continua a leggere →

Tre mesi (e un’estate) senza Stefano

stefanodi Eugenio Furia

Una mattina di tre mesi fa ci siamo svegliati tutti con gli occhi gonfi per il pianto della sera prima, col pianoforte iniziale di “Ogni singolo giorno” per sottofondo e la sensazione come di un ventennio che si chiude. Che siamo diventati adulti lo diciamo ogni volta che un amico ci lascia, bel modo per auto-convincercene, poi quando un altro se ne va a quarant’anni ripetiamo per l’ennesima volta che dobbiamo fottercene delle nostre miserie e meschinità quotidiane. Che le priorità sono altre.

Continua a leggere →